COMING SOON

I Riti della Settimana Santa 2024

E’ sempre una grande emozione assistere ai Riti della Settimana Santa tarantina, che anche quest’anno si sono svolti con la fede e la passione, che li contraddistingue.

I tarantini e non solo, hanno partecipato con fede e devozione a questo centenario evento, che raccontiamo con le nostre immagini e i nostri video.

Alcune note per conoscere meglio i Riti della Settimana Santa tarantina.

Giovedì Santo 28 marzo 2024 alle ore 15 le coppie dei Confratelli escono  dalla Chiesa del Carmine per il consueto Pellegrinaggio percorrendo:

per la Città vecchia le vie D’Aquino, Margherita, Matteotti, attraversano il Ponte Girevole e Piazza Castello, per poi prendere le vie Duomo, Nuova, Garibaldi, visitando le Chiese dei SS. Medici, San Domenico e San Cataldo, portandosi su Piazza Duomo, Vicolo De Notaristefani, Piazzetta De Geronimo, Arco Giovanni Paisiello, Via Duomo, Via Nuova, Chiesa di San Giuseppe, Via Di Mezzo, Via della Torrenova, Via Garibaldi, Via Santo Egidio, Pendio La Riccia, Piazza  Castello, entrano nella Cappella di San Leonardo del Castello Aragonese, per poi passare il Ponte Girevole, immettendosi sulle vie Matteotti, Margherita e D’Aquino, facendo ritorno nella Chiesa del Carmine;

per la Città nuova da Via Giovinazzi si recano su via D’Aquino, percorrendola tutta sino a Piazza Maria Immacolata, prendendo Via Di Palma per poi svoltare su Via Regina Elena, visitano la Chiesa di San Francesco di Paola, per poi percorrere le vie Anfiteatro, Cavallotti e  Via Di Palma arrivando su Piazza Maria Immacolata, Via D’Aquino, Via Acclavio, transitano dalla scalinata per raggiungere e visitare la Chiesa del SS. Crocifisso, si portano successivamente su Via De Cesare, Via D’Aquino e da Piazza Garibaldi giungono a far visita alla Chiesa di San Pasquale, per poi rientrare nella Chiesa del Carmine. Alle 16,30 nella stessa chiesa si svolge la celebrazione eucaristica “In cena Domini” dove il Padre Spirituale Mons. Marco Gerardo svolge il tradizionale rito della lavanda dei piedi, rivive così l’amore che Gesù ebbe per i suoi discepoli. A seguire si svolge in Piazza Carmine la processione eucaristica, con i Confratelli in abito di Rito e l’apertura dell’Altare della Reposizione.

Venerdì Santo alle ore 6,00 riprende il tradizionale pellegrinaggio per le vie della Citta vecchia e nuova, che termina alle ore 10,00.

La processione dei Misteri esce il Venerdì Santo, quest’anno 2024, il 29 marzo  alle ore 17, percorrendo Via D’Aquino sino ad arrivare su Piazza Maria Immacolata, prendendo Via Di Palma per poi svoltare su Via Regina Elena ed entrare nella Chiesa di San Francesco di Paola dove  effettua la sosta. Di lì esce percorrendo Via Anfiteatro sino ad arrivare a Via Massari, per portarsi su Piazza Carmine e compiere il rito del rientro. Alle ore 20,30 del Venerdì Santo dalla Chiesa del Carmine viene fatta l’allocuzione alla processione, da parte di Mons. Ciro Miniero Arcivescovo Metropolita di Taranto.

Le Bande musicali

I complessi bandistici che quest’anno hanno prestato la loro opera durante lo svolgimento dei Riti sono stati: la Banda “M. Lufrano” di Triggiano, diretta dal M°. Davide Abbinante, la Grande Orchestra di Fiati “Santa Cecilia” Città di Taranto, diretta dal M° Giuseppe Gregucci, l’orchestra di fiati “Giuseppe Chimienti” città di Montemesola, diretta dal M° Lorenzo De Felice, la Banda “Lemma” Città di Taranto, diretta dal M° Giuseppe Pisconti e la Banda di Francavilla Fontana diretta dai M°. Ermir Kratja e Emanuele Spagnulo

Abbiamo avuto il piacere di avvicinare il vice sindaco di Brest, città gemellata da 60 anni con Taranto, Fortunè Pellicanò,  che per la prima volta, grazie ai costanti rapporti con l’associazione Alliance Francaise diretta dalla Prof.ssa Teresa Bosco e sostenuta dal fondatore di questo storico organismo, il Prof. Giuseppe Albenzio ha assistito a questo spettacolare evento.

Ricordiamo che quest’anno dal 12 al 17 luglio a Brest ci sarà la FESTA DEL MARE, che è un evento molto suggestivo per la presenza e partecipazione, tra l’altro dei velieri di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights