FESTEGGIATI I SETTANTACINQUE ANNI DELLA FIERA DEL MARE NELLA CITTA’ SPARTANA IN VILLA PERIPATO.

Nella villa Peripato, come 75 anni fa, si è aperta ieri pomeriggio sotto un cielo grigio e con una leggera pioggerellina la storica FIERA DEL MARE, la cui prima edizione fu inaugurata dal primo Presidente della Repubblica Italiana, Enrico De Nicola. L’abbiamo visitata e la raccontiamo con le nostre immagini. In rete abbiamo fatto alcune ricerche e su questo link, http://home.teletu.it/dammacco/fiera/index.html e per chi lo volesse, può trovare esaurienti notizie sul percorso storico, che portò al primo evento nel 1946. Un anno a cui siamo particolarmente legati perchè l’8 settembre del 1946, la mamma di chi scrive, era in fiera ed ebbe le doglie, andò di corsa a casa e nacque Max Perrini.

FIERA DEL MARE TARANTO (1946 – 2021)

Questo evento rievocativo, al di la del ricordo personale, ha molte analogie con quello del 1946, in quanto l’Italia e la Taranto di allora uscivano dal disastroso periodo bellico così come oggi stiamo faticosamente uscendo dalla pandemia Covid. Vogliamo così guardare ad un futuro migliore ed essere propositivi augurando alla nostra amata città di costruire percorsi di crescita alternativi alle industrie inquinanti, che da oltre 60 anni ne condizionano lo sviluppo. Questa edizione della fiera resta solo rievocativa, per quanto ci riguarda, considerando l’esiguo contenuto espositivo, fatto essenzialmente di associazionismo legato al mare, di una piccola rappresentanza di artigianato e promozione territoriale, di stand delle Forze Armate, dei Vigili del Fuoco, delle maestranze del Porto e della Polizia locale.

Taranto, la Fabbrica della Bellezza

Durante la visita abbiamo incontrato il Presidente dell’Autorità Portuale avv. Sergio Prete, con il quale condividiamo una visione di Città di Mare legata alle nostre origini Spartane, espresse concretamente dall’apertura (Marzo/Aprile 2022) nel porto turistico del bellissimo centro d’accoglienza, che porta il nome del fondatore di questa città: Falanto.”Quando vedrai piovere dal ciel sereno, conquisterai territorio e città.” (Oracolo di Delfi) Abbiamo apprezzato anche lo stand del MarTA, il Museo Archeologio di Taranto, nostra eccellenza italiana e mondiale, con la presenza istituzionale della Dott.ssa Eva Degl’Innocenti, con la quale condividiamo la storia ed il racconto innovativo delle esposizioni archeologiche racchiuse nel MarTA, espresse dalle tante iniziative promosse in questi anni, elementi tutti, fortemente attrattivi e di cui abbiamo bisogno per raccontare il nostro prestigioso passato. Nella piccola ed accogliente sala convegni, al tempo del Covid, abbiamo incontrato la giornalista tarantina di RAI International, Tiziana Grassi, che accompagnata dalla amica di sempre, Enza Tomaselli, biologa ed appassionata divulgatrice di bellezza con i suoi incisi: “Beautiful Assai” e “Amo Taranto perchè la conosco” hanno presentato l’ultimo libro di Tiziana Grassi: “Taranto all’appuntamento con il futuro, in colloquio con la città sui traccianti del mare” edito dal giovane Antonio Mandese. Una ricerca attenta ed un racconto corale a più mani, a 360 gradi su questa città, definita anche da noi “Fabbrica di Bellezza” costruiti con passione, con immagini di tanti fotografi innamorati, con partecipazione attiva e propositiva di Enti ed Istituzioni per guardare con fiducia ad una TARANTO migliore, una Taranto che dovrà necessariamente crescere economicamente e traguardare ad altri orizzonti internazionali più vasti, attirando capitali e creando così visibilità mondiale.

La planimetria dell’area della Villa Peripato interessata dalla Fiera del Mare 2021

Il Logo del progetto “TARANTO, LA CITTA’ SPARTANA”

Noi, con il Dott.Marco De Bartolomeo ed il suo progetto Taranto la Città Spartana, abbiamo, da oltre sette anni, proposto percorsi più ampi, sfruttando il Brand Spartan, conosciuto ed apprezzato nel mondo. Taranto, lo sanno tutti, è l’unica città al mondo fondata dai coloni greco/spartani nel 706 a.C. e questa sua eccezionale dote purtroppo, per varie ragioni, che non stiamo qui a rivendicare, ha trovato come è consuetidine qui, sulle rive dello Jonio, oppositori politici ed istituzionali, che prima l’hanno recepita e sostenuta e dopo l’hanno abbandonata.

Falanto ed Ethra in un’opera in ceramica su un edificio di Corso Vittorio Emanuele II

Concludiamo questo primo nostro intervento su questa “Fiera del Mare 2021” e per chi volesse approfondire la Storia di questa manifestazione, segnaliamo l’ottimo libro dell’amico Pinuccio Stea: edito da Scorpione Editrice di Piero Massafra. “Taranto e la «Fiera del mare» (1946-1967)”. Il volume racconta, con dovizia di particolari e ricchezza di documentazione, la storia delle quattro edizioni della “Fiera del Mare” di Taranto, partita con grandi speranze nel 1946, propone anche il lungo, articolato dibattito cittadino riferito alla prosecuzione mai avvenuta della Fiera. Taranto, all’indomani della fine della guerra, si trovava ad affrontare una situazione difficile e pesantissima sotto il profilo economico e sociale. Era necessario per Taranto costruire una propria nuova identità, tenendo presenti i profondi cambiamenti che la sconfitta nella guerra aveva determinato e uscire dalla “monocultura dell’Arsenale”. Guardare alla “risorsa mare” era quasi naturale e la decisione di organizzare la “Fiera del Mare” era il tentativo di dare una risposta in tal senso. L’esperienza della “Fiera del Mare” durò quattro edizioni a partire dal 1946 ma nonostante il successo, un intreccio di “punti di vista” diversi fece sentire i suoi effetti negativi, che causarono i continui slittamenti nell’organizzazione della quinta edizione che finì per non realizzarsi più.

Il programma di questa edizione prevede per oggi:

Sabato 16 ottobre 2021: Ore 17.15, presentazione del libro “Taranto e la Fera del Mare” di Giuseppe Stea che dialogherà con l’assessore Annalisa Adamo.

Ore 18.30, Arte contemporanea, incontro con Giulio De Mitri e proiezione del video “Azzurra”.

ore 19.45, talk con il dott. Mino Borraccino su “La Blue Economy e le misure regionali a sostegno delle start-up innovative”.

ore 21, Due Mari Wine Festival.

E per domani, Domenica 17 ottobre 2021

Ore 11.30, Centrale del Latte: illustrazione della nuova attività imprenditoriale e degli aspetti legati alla tutela dell’ambiente e al consumo sostenibile.

Ore 12.30, Progetto Fotografico “Waterworld” di Giacinto Ribezzo.

Ore 16, Associazione Stella Maris: illustrazione delle attività per la promozione femminile nel mondo del lavoro.

Ore 17.30, a cura del Centro di Medicina dello sport Coni-Fismi verso i Giochi del Mediterraneo 2026, incontro su “Il benessere psicofisico dello sportivo e dell’atleta” con il dott. Luigi Santilio.

Ore 18.30: a cura del Centro di Medicina dello sport Coni-Fismi verso i Giochi del Mediterraneo 2026, incontro su “La psicologia dello Sport per la resilienza post pandemica e per migliorare la prestazione sportiva” l dott. Marco Sammarco e la dott.ssa Eva Cofano

Ore 19.30, Economia del Mare 201, incontro con il dott. Matteo Dusconi.

Ore 21, Due Mari Wine Festival.

One thought on “FESTEGGIATI I SETTANTACINQUE ANNI DELLA FIERA DEL MARE NELLA CITTA’ SPARTANA IN VILLA PERIPATO.

Comments are closed.